Fonti e pozzi di CO2 in suolo agricolo

18.17.19.01.01

CO2-Quellen und Senken in landwirtschaftlichen Böden

Die Klimaveränderung betrifft auch die Schweizer Landwirtschaft: Temperaturen steigen, Niederschläge verändern sich und Extremereignisse nehmen zu. Das Projekt KlimAdapt erforscht die aktuellen und zu erwartenden Klimarisiken und erarbeitet naturwissenschaftliche Grundlagen für die Planung von Anpassungsmassnahmen wie z.B. eine geeignete Sortenwahl für die Pflanzenproduktion.

Contatto

41.01-Treibhausgase-1

Agricoltura e carbonio nel suolo

L'attività agricola regola il tenore di carbonio nel suolo e quindi la funzione di fonte e serbatoio della CO2 dei suoli. Dal punto di vista delle immissioni ciò accade per le colture campicole soprattutto nell'avvicendamento delle colture e per la superficie inerbita in particolare nell'intensità di utilizzazione. In entrambi i casi si influenza il quantitativo di materiale vegetale non raccolto ma che rimane nel suolo.

41.01-Treibhausgase-Moorboden

Superficie dei suoli paludosi

I suoli organici sono importanti riserve di carbonio. Nelle paludi esse risultano dalla degradazione non completa (anaerobica) del tessuto vegetale nel suolo saturo d'acqua. Mediante l'evacuazione delle acque questi suoli diventano una notevole e duratura fonte di CO2. L'utilizzo di suoli organici prosciugati per la pratica della campicoltura o del pascolo determina quindi emissioni di tale gas serra.

torfhaltiges Bodenprofil

Opzioni di utilizzo dei suoli organici

I suoli organici sono importanti riserve di carbonio. Nelle paludi esse risultano dalla degradazione non completa (anaerobica) del tessuto vegetale nel suolo saturo d'acqua. Mediante l'evacuazione delle acque questi suoli diventano una notevole e duratura fonte di CO2. L'utilizzo di suoli organici prosciugati per la pratica della campicoltura o del pascolo determina quindi emissioni di tale gas serra.

41.01-Treibhausgase-Lysimeter

Carbone vegetale ed emissioni di gas serra

Il carbone vegetale è prodotto da rifiuti organici a temperature tra i 400 e i 700 °C in assenza di ossigeno. Questa cosiddetta pirolisi genera un prodotto molto ricco in carbonio, aromatico, nero che può servire da spugna per sostanze nutritive e da habitat per microrganismi. A causa dell'elevata stabilità nel suolo funge da possibile pozzo di CO2 e allo stesso tempo migliora la qualità del suolo nonché incrementa le rese.

31-01-Treibhausgase-Modellierung Bodenkohlenstoff

Modellizzazione del carbonio nel suolo in Svizzera

I suoli sono un importante serbatoio per il carbonio organico. Con l'utilizzo e il cambiamento dell'utilizzo agricolo, per determinati periodi i suoli possono diventare sia pozzi che fonti di CO2.

Inventario agricolo dei gas serra in Svizzera

In base alla classificazione dell'Intergovernmental panel on climate change IPCC, l'agricoltura contribuisce per il 10.5 per cento alle emissioni di natura antropica totali in Svizzera. Un inventario dettagliato è fondamentale per l'identificazione di strategie di riduzione e delle relative misure politiche.