Miglio (Panicum miliaceum L.)

Rispenhirse_nur linke Bildh_kaur

In Svizzera, il miglio (Panicum miliaceum L.) veniva coltivato già ai tempi degli insediamenti palafitticoli e anche nel Medioevo era un prezioso alimento. In epoca più recente questa coltura è stata soppiantata dalla coltivazione del frumento e di altre specie cerealicole ad alta resa. Le varietà odierne di miglio presentano, tuttavia, un'elevata produttività nonché un alto contenuto energetico e proteico. Considerata la sua modesta necessità di sostanze nutritive e l'assenza di malattie e parassiti significativi, oggigiorno il miglio si rivela interessante per la coltivazione biologica. Tra l'altro, si registra una forte domanda di miglio prodotto biologicamente. Negli anni scorsi la superficie biologica coltivata in Svizzera era pari a circa 25-30 ha.

Prove su piccoli appezzamenti e sulle file

Tramite prove di coltivazione e prove mirate, sono stati analizzati l'idoneità alla coltivazione biologica delle varietà a disposizione e i relativi problemi ad essa connessi. A essere esaminati sono in particolare l'effetto della regolazione meccanica delle malerbe tramite strigliatura e sarchiatura nonché la reazione a diverse quantità di azoto.