Cece (Cicer arietinum)

IMG_5302-001.JPG

Origine e diffusione

Appartenente alla famiglia delle leguminose (Fabaceae), il cece (Cicer arietinum L.) fu coltivato in Iran e in Iraq già 8000 anni a.C. e si diffuse poi in India e in Asia. Oggi i ceci sono il terzo legume più importante al mondo.

Le principali aree di produzione si trovano in India, Australia, Myanmar, Etiopia e Turchia. A seconda della regione e della varietà, si può stimare una resa media di 1-2 t/ha.

Importanza per l’alimentazione

Le abitudini alimentari di molte persone nei paesi industrializzati si sono modificate negli ultimi tempi e di conseguenza la domanda di colture ricche di proteine continua ad aumentare. Grazie al loro elevato tenore proteico, i ceci possono sostituire la carne e sono quindi tra i prediletti dei vegetariani. Siccome non contengono glutine, i ceci sono un alimento interessante anche per i celiaci.

Proprietà e sfide della coltivazione

kichererbse_2

I ceci possono fissare l’azoto presente nell’aria tramite simbiosi con i rizobi e dunque non necessitano di altri fertilizzanti a base di azoto. Possono anche mettere a disposizione azoto per la coltura che segue nel ciclo di coltivazione.

A causa dei cambiamenti climatici, i ceci potrebbero rivelarsi utili per l’agricoltura europea in quanto resistenti allo stress da siccità. Tuttavia, non si adattano al meglio elle condizioni geografiche e climatiche dell’Europa centrale, poiché sono sensibili al gelo e prediligono un clima caldo e soleggiato. Come per altri legumi, i ceci prosperano meglio se c'è una pausa di 5-6 anni tra la coltivazione dei ceci o di altri legumi sulla stessa terra.  Rispettare questa pausa di coltivazione serve anche come misura efficace per controllare l’antracnosi (Ascochyta). Inoltre nella letteratura l’afide, la tortrice e la sitona dei piselli sono descritti come parassiti dei ceci.

I ceci sono poco competitivi nei confronti delle piante infestanti e giungono a maturazione con tempistiche diverse. Il primo aspetto richiede misure adeguate per lo sviluppo vegetativo giovanile e il secondo rende difficile stabilire la data del raccolto.

Prove su piccoli appezzamenti

Dal 2017 sono stati condotti esperimenti con vari quesiti di ricerca: prove varietali (con e senza inoculazione di rizobi), prove tecniche sulla densità di semina e prove con un trattamento preliminare della semenza. L’obiettivo è quello di acquisire dati sulla coltivazione dei ceci in Svizzera e di stimare il potenziale di resa.

Gli esiti ottenuti finora dimostrano che in generale la coltivazione è possibile e che alcune varietà si addicono più di altre alle condizioni presenti in Svizzera.

Kichererbsen

Contatti