Lenticchie (Lens culinaris Medik. subsp. culinaris)

Linse_Kleine Hülsen_kaur

Le lenticchie sono una delle prime specie coltivate dall’uomo. Fanno parte delle leguminose e possono quindi fissare l’azoto tramite l'aiuto di batteri nodulari. Dopo la soia, sono le leguminose più ricche in proteine. Sopportano bene la siccità. In Europa la resa media si eleva a 7.6 dt/ha. Tuttavia questo dato può variare fortemente in base al metodo di coltivazione e alla regione. I più grandi produttori di lenticchie al mondo sono il Canada, l’India e la Turchia. In Svizzera, si coltivano le lenticchie soprattutto nella parte occidentale. La quantità importata supera la produzione nazionale. Pertanto la superficie di coltivazione di lenticchie potrebbe essere estesa. Le lenticchie sono ancora un prodotto di nicchia, tuttavia anche in Svizzera la richiesta di leguminose sta crescendo.

Sfide

Le lenticchie non sono considerate una pianta concorrenziale soprattutto perché crescono lentamente da giovani e le piante sono di dimensioni ridotte. Il controllo efficace delle erbe infestanti nelle colture di sole lenticchie è per questo decisivo per una coltivazione di successo. Un approccio interessante sono le colture miste di lenticchie, in particolare nell’agricoltura biologica. Altre sfide riguardano il raccolto: da un lato, la stabilità ridotta richiede un taglio basso e comporta il rischio di trasportare pietre e terra nella mietitrebbia e, dall'altro, non tutti i legumi di una pianta maturano contemporaneamente, il che rende difficile determinare il momento di raccolta ottimale.

Anche la lavorazione del raccolto svolge un ruolo centrale per la garanzia della qualità del prodotto e per un’immissione sul mercato in perfette condizioni.

Test su piccole parcelle

Test di diverse varietà di lenticchie e combinazioni di diversi tipi di frutta in coltura discontinua con lenticchie.

Sostegno alle colture

Grazie al sostegno finanziario da parte di BioSuisse, diversi agricoltori sono accompagnati nel quadro dello sviluppo delle colture in aziende. È inoltre promosso lo scambio delle conoscenze tra gli agricoltori nonché tra i ricercatori e gli agricoltori in occasione di visite sul campo.

Contatto

Collaborazione