Smart Farming

Ci siamo ormai abituati alle nuove tecnologie che influenzano la nostra vita nei modi più diversi. Applicazioni per smartphone, navigazione satellitare, commercio online fino ai giochi su Internet, giusto per citarne alcuni. Un cambiamento di portata simile sta avvenendo nell’agricoltura con il concetto dello “smart farming”. L’obiettivo di Agroscope è di aumentare la competitività dell’agricoltura svizzera tramite l’integrazione delle tecnologie relative allo smart farming, le quali offrono supporti decisionali per la pratica, benché l’uomo dovrebbe essere sempre al centro. 

Affinché lo smart farming possa essere reso tangibile sul terreno e nella stalla, la sede di Agroscope a Tänikon si sta convertendo nella «Swiss Future Farm», ovvero un progetto del Cantone Turgovia in collaborazione con AGCO e GVS Agrar AG che consiste in una piattaforma unica a livello europeo per le nuove tecnologie nella filiera agroalimentare. L’obiettivo è permettere uno scambio professionale sulle applicazioni concrete con gli agricoltori concentrato in un unico sito. Nella Swiss Future Farm Agroscope effettua ricerche su come impiegare nell’agricoltura svizzera le nuove tecnologie con il massimo beneficio. 

Grazie alle tecnologie dello smart farming l’uomo è dispensato da lavori di routine e può lavorare in maniera più efficiente, sfruttare meglio le risorse disponibili e migliorare la qualità dei processi di produzione e dei prodotti. In tale processo gli elementi di logorio psicologico sono tuttavia sempre più riconoscibili. Spesso vi sono anche barriere mentali in gioco: gli agricoltori hanno la sensazione di non essere considerati dalle nuove tecnologie oppure sono sopraffatti dalla loro utilizzo. La “Swiss Future Farm” può contribuire ad abbattere tali barriere. 

Opportunità e sfide della digitalizzazione

Per ottimizzare i sistemi di produzione e assicurare la qualità, vi sono a disposizione sempre più processi controllati da sensori e automatizzati. Oltre alle basi decisionali per un impiego efficiente di persone e macchinari, le tecnologie dello smart farming e la loro interconnessione offrono nuove potenzialità concernenti:

  • redditività (riduzione dei costi e aumento dell’efficienza)
  • aumento della qualità (p.es. minore impiego di antibiotici)
  • riduzione al minimo delle emissioni (p.es. protezione delle acque)
  • protezione delle risorse (p.es. risparmio di acqua)
  • miglioramento del benessere e della salute degli animali 

Nel quadro di lavori di ricerca occorre appurare a quali condizioni queste nuove tecnologie apportano un valore aggiunto nella filiera agroalimentare svizzera.