Test di resistenza

tests-resistances
Quadro generale di un test di resistenza svolto in serra

I test di resistenza si effettuano in serra e consentono di verificare i casi di resistenza agli erbicidi rilevati in campo su una popolazione d'avventizie. Si tratta di un metodo standardizzato, impiegato a livello internazionale.

Il protocollo prevede la coltivazione in serra e il diserbo, con l'erbicida in questione, di un certo numero di individui appartenenti alla popolazione dell'avventizia sospettata di essere resistente. Il diserbo si esegue a dosaggi diversi e allo stadio di sviluppo ideale dell'avventizia. A qualche settimana dal trattamento, si valuta il tasso di sopravvivenza delle avventizie. I risultati delle popolazioni testate sono confrontati con quelli di testimoni formati da piante sensibili e resistenti. I risultati sono, quindi, classificati in funzione del grado di sensibilità indicato per quell'avventizia nei confronti dell'erbicida.

Determinazione delle classi di resistenza in funzione del livello di sensibilità della flora avventizia

determination_it_gif
Determinazione delle classi di resistenza in funzione del livello di sensibilità della flora avventizia

Una popolazione si considera resistente a partire dalla classe di resistenza 2, cioè quando almeno il 40% della popolazione trattata sopravvive al diserbo eseguito con la dose d'erbicida omologata.

In alcuni casi, le avventizie possiedono più di un meccanismo di resistenza che consente loro di sopravvivere a erbicidi aventi meccanismi d'azione diversi. In queste situazioni, si parla di resistenza multipla.

I test svolti in serra consentono di valutare le resistenze agli erbicidi, ma non di definire la tipologia di resistenza.