Colture di copertura

bodenbedeckung3
Phacelia tanacetifolia

Il ricorso alle colture di copertura durante i periodi tra una coltura e l'altra offre una copertura del suolo che può svolgere numerose funzioni: diminuzione dei rischi di erosione, assorbimento dell'azoto limitandone la lisciviazione, lotta contro le malerbe, miglioramento della fertilità del suolo ecc.

Per le colture di copertura si possono teoricamente scegliere numerose specie, ma nella pratica solo un numero ristretto viene effettivamente usato (principalmente senape e facelia). A questo riguardo studiamo infatti anche il potenziale di numerose specie in funzione dei servizi agrosistemici auspicati, nonché il modo di elaborare combinazioni di specie.

couverts_vegetaux_I

Progetti in corso

- Screening di specie note, potenziali e nuove al fine di caratterizzarne le proprietà e funzioni
- Test di miscele di specie al fine di ricercare effetti sinergici benefici (p. es. leguminose) e concorrenziali (p. es. allelopatia), e comprendere le interazioni tra le specie per elaborare associazioni specifiche
- Ruolo delle colture di copertura nella lotta contro le malerbe al fine di limitare l'impiego di erbicidi e in particolare come alternativa al glifosato
- Integrazione delle colture di copertura nel sistema di coltura per valutarne l'impatto a medio e a lungo termine
- CC4CA: Cover Crops for Conservation Agriculture (colture di copertura per l'agricoltura di conservazione), nell'ambito del PNR68 Uso sostenibile della risorsa suolo

Pubblicazioni chiave

Justes E., Beaudoin N., Bertuzzi P., Charles R., Constantin J., Dürr C., Hermon C., Joannon A., Le Bas C., Mary B., Mignolet C., Montfort F., Ruiz L., Sarthou J.P., Souchère V., Tournebize J., Savini I., Réchauchère O., 2012a. Réduire les fuites de nitrate au moyen de cultures intermédiaires : conséquences sur les bilans d'eau et d'azote, autres services, écosystémiques. Rapport d'étude, INRA (France).