Apicoltura in Svizzera

Apiario
Apiario

L'esercizio dell'apicoltura in Svizzera segue diverse modalità. I 17 500 apicoltori che ci sono in Svizzera hanno in tutto 165 000 colonie di api circa, vale a dire in media 10 colonie per apicoltore. La maggior parte delle colonie (80% circa) vive in arnie svizzere, manovrate dalla parte posteriore con i favi a caldo, che vengono collocate negli apiari. Le altre colonie sono tenute per il 15% nelle arnie Dadant collocate all'aperto e per il 5% in altri tipi di arnie magazzino. L'apicoltura nomade viene praticata solo da una ristretta minoranza. Le specie da bottinare variano considerevolmente da una regione all'altra. Le nostre piante principali per l'attività delle api sono: il dente di leone, le piante da frutto, la colza, la robinia (acacia), il castagno, il tiglio, il rododendro e molti altri alberi tra latifoglie e conifere. Il raccolto medio per colonia è di circa 20 kg. Solo ogni dieci anni si può sperare in un raccolto di miele di bosco superiore alla media. La Svizzera è tra i Paesi con la più alta concentrazione di api: 4.0 colonie di media per chilometro quadrato. Attraverso la distribuzione degli apiari sull'intero territorio viene garantita l'impollinazione delle piante coltivate e spontanee.

Maggiori informazioni sullo stato attuale dell’apicoltura in Svizzera nonché sull’evoluzione degli ultimi 125 anni sono contenute nel documento:

Bienenhaltung in der Schweiz (tedesco (PDF, 550 kB, 14.09.2016) e francese (PDF, 550 kB, 15.09.2016)) Apicoltura in Svizzera
P. Fluri, P. Schenk, R. Frick (2004)