Riconoscimento del potenziale per migliorare la competitività delle aziende agricole

sff-csr_13-

L'agricoltura svizzera presenta piccole strutture rispetto ad altri Paesi e a fronte di poche grandi aziende ha un’elevata quota di piccole aziende. Le strutture esistenti e le condizioni di produzione locali determinano una bassa produttività e alti costi strutturali, rivelandosi un fattore limitante per il miglioramento della competitività. Considerate le condizioni quadro sociali, economiche e politiche in continuo mutamento è lecito chiedersi quali strategie strutturali e di sviluppo aziendale sono promettenti e consentono, a medio e lungo termine, alle aziende tramite l’attuazione di innovazioni nel settore della tecnica produttiva e dell’organizzazione anche di essere competitive in modo sostenibile in mercati (più) aperti.

Il punto di partenza per l’elaborazione di tali strategie è rappresentato dall’analisi dell’attuale sviluppo strutturale e delle strutture esistenti, nonché di eventuali dipendenze onde individuare i fattori aventi un rilevante impatto economico, strutturale e sociale. A tal proposito l’Analisi centralizzata dei dati contabili offre una base fondamentale. In collaborazione con gruppi di ricerca di Agroscope sono analizzati anche costi e benefici di innovazioni come l’applicazione di tecniche di informazione e di comunicazioni oppure misure per l’accrescimento dell’efficienza delle risorse a livello aziendale e produttivo. Sulla base delle conoscenze relative all’evoluzione strutturale e ai fattori aventi un influsso si presenteranno indirizzi di fondo e misure per il miglioramento della competitività delle aziende agricole.

Obiettivi scientifici e temi di ricerca

Il rilevamento dei redditi (tra l’altro del reddito agricolo) mediante campione aleatorio avviene annualmente. Il sistema di rilevamento è stato rivisto e deve essere consolidato. In questo contesto rientra una documentazione completa.

Per analizzare i seguenti temi di ricerca in relazione all’aumento della competitività vengono utilizzati i dati contabili dell’Analisi centralizzata.

  1. Quali strategie aziendali sono vincenti in considerazione delle condizioni quadro future, come per esempio mercati (più) aperti? A quanto ammonta il potenziale risparmio sui costi o l’aumento delle prestazioni se le aziende o i rami aziendali crescono e/o si diversificano o si specializzano?
  2. Quali sono i principali fattori che influenzano la struttura e l’indirizzo aziendale (dimensione, tipologia aziendale, tecnica di produzione, attività extragricole), la resilienza (tra l'altro la stabilità finanziaria negli anni in caso di crescente volatilità dei prezzi) e la reddittività (costi e prestazioni)? Quanto grande è l'effetto delle economie di scala nei principali rami aziendali (produzione lattiera, ingrasso di bovini e suini, campicoltura)?

In stretta collaborazione con gruppi di ricerca di Agroscope orientati verso la produzione e l’ambiente occorre rispondere alle seguenti domande.

  • Come si strutturano i costi e i benefici delle innovazioni a livello dell’azienda, del ramo aziendale o dei processi, come per esempio l’applicazione di tecniche di informazione e di comunicazioni (ICT, Precision Agricolture o Smart farming), le misure per l’aumento dell’efficienza delle risorse (p.es. impiego di concimi azotati e di prodotti fitosanitari, applicazione di novità tecniche), norme supplementari per la protezione dell’ambiente (p.es. promozione della biodiversità tramite strisce fiorite nei campi) oppure un miglioramento del benessere degli animali?