Entomologia

Entomologie

Ambiti di ricerca

Dinamica delle popolazioni, previsioni di rischio e strumenti di ausilio alla decisione
In questo progetto studiamo la dinamica delle popolazioni, la ripartizione geografica e la fenologia di molti parassiti in campicoltura, viticoltura e orticultura (piralide del mais, afidi, tortrice della vite, mosca della carota, ecc.). Una parte di questi dati è utilizzata per sviluppare modelli di previsione della fenologia al fine di ottimizzare l’utilizzo dei prodotti fitosanitari. In particolare si aspira alla modellizzazione della fenologia della piralide del mais europeo, della cicalina vettrice della flavescenza dorata e delle due tortrici della vite. Inoltre, il modello deve essere ancora affinato per il calcolo del rischio di trasmissione del virus da parte degli afidi nelle piante di patate. L’informazione ottenuta è trattata sotto forma di raccomandazioni per la pratica e pubblicata sulla piattaforma internet agrometeo.ch.

Soglie d’intervento
Gli organismi nocivi causano danni economici alle colture soltanto quando la pressione è sufficientemente forte.  L'utilizzo un prodotto fitosanitarorio è economicamente giustificato solo quando un parassita supera una determinata soglia. Le soglie economiche sono un elemento importante della lotta integrata e consentono di evitare inutili applicazioni di prodotti fitonanitari . In prove in campo studiamo il potenziale nocivo di vari parassiti e ne deduciamo le soglie economiche d’intervento. Le ricerche attuali sono connesse alla fillossera, altica della colza, meligete della colza, dorifora, criocere e altri.

Lotta contro i parassiti e vigilanza della resistenza agli insetticidi
La lotta integrata contro i parassiti (IPM) mira a limitare l’utilizzo degli insetticidi chimici al minimo necessario. Tale scopo è conseguito mediante l’integrazione di diverse misure (utilizzo di metodi di lotta biologica, protezione degli organismi utili, selezione di varietà resistenti, data di semina, rotazione delle colture, ecc.). I nostri obiettivi consistono nell’ottimizzazione delle misure integrate di protezione delle piante nelle diverse colture per ridurre al minimo il rischio connesso ai pesticidi chimici nell’agricoltura. In tale contesto esaminiamo l’efficacia delle varie strategie di gestione dei parassiti e vigiliamo sulla comparsa di eventuali problemi connessi alla resistenza.

Parassiti emergenti
L’obiettivo dei lavori è poter fornire rapidamente una risposta alla comparsa di nuovi parassiti nelle colture, ottenere informazioni pertinenti per la pratica, effettuare studi complementari e infine poter proporre soluzioni innovative. La vigilanza sulla dinamica delle popolazioni di nuovi parassiti (p.es. Drosophila suzuki, Halyomorpha halys, Scaphoïdeus titanus, Tuta absoluta) nei vari luoghi riveste un ruolo particolarmente importante al fine di prevenire il rischio di danni.

Diagnostica e consigli
La corretta identificazione di un organismo nocivo e la conoscenza della sua biologia sono una condizione indispensabile per una lotta efficace. Forniamo consulenza all’UFAG, ai sevizi fitosanitari cantonali, alla pratica nonché al grande pubblico e forniamo un sostegno scientifico in caso di problemi entomologici nella campicoltura, viticoltura e orticoltura. 

 

Contatti

Progetti di ricerca

18-05-16-05-01

Regulierung von Schädlingen im Ackerbau und Grasland

Dem integrierten Pflanzenschutz steht heute eine Vielzahl an Instrumenten zur Verfügung, um die Anwendung chemischer Pflanzenschutzmittel zu minimieren und Ernteerträge zu sichern. Das tatsächliche Potential dieser nicht-chemischen Alternativen für die Praxis ist jedoch noch zu wenig untersucht. Das Projekt entwickelt innovative Lösungen zur Bekämpfung der wichtigsten Schädlinge im Ackerbau und trägt damit zur Weiterentwicklung des nachhaltigen Pflanzenschutzes bei.

18-05-16-05-02

Schadarthropoden im Rebbau

Der Schweizer Rebbau ist infolge der Zunahme des globalen Warenverkehrs und des fortschreitenden Klimawandels immer häufiger mit neuen Schaderregern konfrontiert. Ziel ist es, den Winzern die nötigen Kenntnisse zur Verfügung zu stellen, damit sie sich den neuen Gegebenheiten Stellen und angemessen und nachhaltig auf neue Schädlinge reagieren können.