Zona contaminata

Situazione: 2018
La zona contaminata comprende comuni, cantoni oppure zone costituite da più comuni interdipendenti, nelle quali si insediato stabilmente il fuoco batterico e ove una sua eliminazione non è più possibile.

Ogni anno si procede a una rideterminazione della zona contaminata. Nel 2018 nessun nuovo comune è entrato a far parte della zona contaminata, solo un comune, seguendo le procedure dell’UFAG, è passato sotto la denominazione di “comune con focolai isolati”. Attualmente la zona contaminata è costituita da comuni appartenenti ai seguenti sei cantoni: AG, BL, GL, SO. SZ e ZH. Mentre i 10 cantoni seguenti fanno parte integralmente (con tutti i loro comuni) della zona contaminata: AI. AR, BE, BS, LU, NW, OW, SG, TG e ZG.

Lo scopo principale dello strumento “zona contaminata” è quello di stabilire gli obiettivi della lotta (contenere invece di eradicare). I cantoni non sono obbligati a rinunciare in queste zone alla strategia dell’eliminazione. Essi devono però tenere presente che dalla Confederazione non riceveranno più alcun sussidio per i costi derivanti dalle misure di risanamento ordinate. Le sovvenzioni per le misure di risanamento di definiti oggetti protetti e delle loro adiacenze non sono per contro toccate dalle restrizioni citati sopra. Vedi linee direttive no 3.

Zona contaminata

Dichiarazione

Persone di contatto

Elenco dei comuni

Schede techniche N° 732