Limitazione per il trasferimento delle api

Bienenverstellverbot

Fuoco batterico: Limitazione per il trasferimento delle api 2020

Dal al 1° gennaio 2020, le misure da adottare circa il trasferimento delle api per impedire l'introduzione e la propagazione del fuoco batterico tramite questi insetti so-no stabilite nell'ordinanza del DEFR e del DATEC concernente l'ordinanza sulla salute dei vegetali (OSalV-DEFR-DATEC, RS 916.201) nell'allegato 9, punto 3.2.

2020 Karte Bienenverstellverbot
Illustrazione: Carta della Svizzera "Foglia batterica - Zona Api 2020

Dal momento che il fuoco batterico è comunemente diffuso nella maggior parte della Svizzera tedesca, le api non rappresentano più un grave pericolo nella propagazione della malattia. Dal 15 novembre 2009 è rimasto solo il Canton Vallese inserito nella Zona Protetta.
Ciononostante, il divieto di trasferimento delle api da una zona non protetta ad una protetta resta in vigore. Non esistono più prescrizioni per i Cantoni nelle zone non protette.

  • Tra il 15 marzo e il 30 giugno è vietato il trasferimento delle api provenienti da una zona non protetta verso una zona protetta, come pure il trasferimento, all'interno delle zone protette, da comuni aventi focolai isolati verso comuni esenti da infezioni. Questa misura concerne l'apicoltura nomade, la vendita o la donazione di colonie e di sciami come pure il trasferimento delle arniette verso le stazioni di fecondazione oppure in provenienza da esse.
  • Questi provvedimenti non si applicano:
    - alle api trasferite a un’altitudine superiore ai 1'200 m.s.l.m;
    - alle api che siano state rinchiuse per almeno due giorni prima di venir spostate, oppure a quelle che sono state tenute per almeno due giorni ad un altezza superiore ai 1'200 m.s.l.m (concerne segnatamente gli sciami, le piccole colonie e le arniette di fecondazione come pure le arnie di produzione);
    - alle regine (incluse le accompagnatrici) in gabbiette d’introduzione..

Le informazioni circa i regolamenti cantonali sono disponibili su Internet al sito www.fuocobatterico.ch "Limitazioni del trasferimento delle api". Tali informazioni si possono comunque ottenere anche presso i Servizi fitosanitari cantonali. 

Contatto

Dichiarazione